Pole Dance VS Danza Classica

Care donne, è a voi che mi rivolgo…

La teoria ci insegna: “Mens sana in corpore sano”, prezioso consiglio antico da non dimenticare nell’era del “bello”! La pratica ci impone: sport, diete, massaggi, cerette, smalti, capelli, trucco, tacchi. Attente, quasi maniacali! La vanità è donna e noi non ci rinunciamo, mai!

Se vi dicessi che esiste una disciplina in grado di allenare fisico e sensualità insieme?! Rischierei di minare il vostro impegno mentale con la palestra alla quale siete iscritte? Da ormai più di un anno conquista donne di tutte le età: teenager, single, mogli e mamme! Si chiama POLE DANCE, un nome insolito, per una danza insolita, considerata la variante “raffinata” della lap dance, protagonista indiscussa dei locali a luci rosse.

Prima regola: tutti gli esercizi di volteggio sul palo si svolgono su i tacchi alti.

Seconda regola: gesso sulle mani per aumentare la presa.

Terza regola: braccia e gambe nude, non è concesso scivolare!!!

Consiglio: lasciarsi andare e sentirsi sexy come Demi Moore sulle note di Annie Lennox nel film Striptease.

Io, figlia degli anni 80, cresciuta indossando tutu bianchi e rosa confetto, punte dei piedi sfasciate e laccatissimi chignon che non concedevano il disordine ad un solo capello… guardo, leggo, non comprendo e mi (auto)addito terribilmente dèmodé.

Degas, “Il pittore delle danzatrici”, nel 1800 dipingeva ballerine alla sbarra; i pittori di oggi, cosa ci regaleranno???

Donne, ora ditemi: che ne pensate?

Eidos Tweet: “Bene o male, l’importante è che se ne parli!”, lo diceva Oscar Wild e lo diciamo anche noi!! 

Annunci