Nurant. Sempre più spazio ad illustratori, disegnatori e street artist

Oggi al Bar Apocalyptic di Eidos, Nicola Iannibello, giovane graphic designer, fondatore nel 2011 della rivista Nurant, un progetto che vuole dare spazio ai giovani artisti. Di sè afferma “guardo le persone più grandi, ma selezionandole fra quelle che non vogliono perdere la freschezza della giovane età”

Nurant nasce nel febbraio del 2011 da una chiacchierata, tra me, Nicola Iannibello, e Sergio Caruso, sulla carenza in Italia di testate dedicate esclusivamente all’illustrazione, contenuto solitamente inserito in un contesto più ampio. Abbiamo quindi deciso di sfruttare i bassi costi del web creando una rivista online completamente dedicata all’illustrazione.
Nurant non parla. O meglio, parla poco, ma dice molte cose, e nasce per ospitare, con cadenza bimestrale, i lavori di illustratori, street artist e disegnatori italiani e internazionali, un luogo virtuale, in cui condividere liberamente piccoli capolavori creati appositamente per la rivista secondo un tema scelto per ogni uscita.
Un’illustrazione che resta chiusa nel giro degli illustratori perde la sua forza. Il nostro impegno è portarla fuori, cercando di fare da vetrina anche a giovani artisti che altrimenti avrebbero poca possibilità di rendersi visibili.

Con l’arrivo di Sonia Mion, e diventando un trio (a cui bisogna aggiungere un numero sempre vario di persone che ci aiutano nello sviluppo del magazine) si è sentita la necessità di uscire dai monitor e di rendere più tangibile il progetto.
Ed é così che si é approdati al formato stampato.

Di recente abbiamo iniziato una collaborazione con la cartiera FAVINI  e con la tipografia MAD Print che ci ha permesso di inserire sempre nuovi accorgimenti al volume, come ad esempio l’inserimento di poster o inserti, rilegature e carte differenti.
Ad ogni nuova uscita abbiniamo una presentazione con una mostra delle illustrazioni realizzate per il numero, unita a momenti di interazione legati al tema trattato nel magazine.

Tutti abbiamo le nostre attività quotidiane, io e Sonia abbiamo un nostro studio di grafica (VENTIZERONOVE) e Sergio lavora come grafico/illustratore freelance, lavori che amiamo, ma sentivamo la necessità di creare qualcosa in cui ci si riconosca pienamente e in cui sentirsi completamente liberi.

Nurant è quindi la valvola di sfogo per i nostri interessi e le nostre passioni, così come lo è la voglia di coinvolgere e liberare la creatività, senza censura, degli illustratori.

Il prossimo numero in uscita domani giovedì 25 ottobre e presentato presso la libreria gogol&co. di Milano, tratta il tema dell’improvvisazione musicale, inteso anche come momento di vita.
La presentazione sarà accompagnata da vari illustratori che disegneranno dal vivo accompagnati da un sottofondo improvvisato da un trombettista (é una sorpresa :-D)

Tutte le informazioni sulla rivista, sulle collaborazioni e gli eventi e spazi dove trovarla alla pagina Facebook Nurant e sul sito ufficiale www.nurant.it

Grazie di essere passato al Bar e aver scritto per noi a Nicola Iannibello