One Billion Rising: a San Valentino amare fa rima con ballare


One Billion Rising è una danza collettiva contro la violenza
. E’ l’evento mondiale che proprio oggi, 14 febbraio, porta nelle piazze di tutto il mondo donne di ogni età(ma sono ben accetti anche gli uomini) che balleranno insieme per dire no alla violenza sulle donne. 

L’idea di partenza è semplice ma potente: portare nelle piazze più di un miliardo di persone.

Un numero per niente casuale. Nel mondo, infatti, un miliardo di donne, una donna su tre, è lo spaventoso numero di vittime di abusi.  E se “un miliardo di donne violate è un’atrocità, un miliardo di donne che ballano contro la violenza è una rivoluzione

Questo l’obiettivo di Eve Ensler – autrice dei “I monologhi della vagina” e fondatrice del V-Day, movimento mondiale attivo per porre fine alle violenze contro le donne –  che ha ideato e lanciato questo flashmob planetario che si scatenerà sulle note della canzone Break the Chain, composta appositamente per l’evento, proprio per spezzare quelle catene che ancora segnano e troppo spesso uccidono i corpi di tante donne.

Anche la scelta della data non è per niente casuale: una festa danzante mondiale per dire no al femminicidio proprio nel giorno di San Valentino, la festa dell’amore per eccellenza che, da evento commerciale e un po’ melenso quale è ormai da anni, può trasformarsi in una giornata in cui l’amore e il rispetto per le donne danno forza a un movimento di solidarietà planetaria contro ogni forma di violenza.

Sul sito one billion rising trovate le iniziative del movimento e le informazioni sull’evento e su tutte le piazze del mondo che parteciperanno.

Per vedere dove si balla in Italia e per iscriversi c’è la pagina facebook dedicata pagina facebook italia

A Milano l’appuntamento è alle 18.45 in piazza del Duomo, davanti a Palazzo Reale. Se piove o ricomicia a nevicare si balla sotto i portici di Piazza Mercanti.

E se proprio siete delle perfezioniste ecco il video con tutti i passi e le coreografie. passi e coreografie

Eidos Tweet: la forza di un’ idea che attraverso il passaparola della rete diventa evento planetario! 

 

Annunci