Dietro le quinte

Succede ogni volta che decidiamo di fare la “serata americana” (io la chiamo così).

Qui tutto il nécessaire: due o più spettatori, birre a gogo, generi alimentari tipo hot dog, hamburger, pizza, toast di ogni genere (ovviamente tutto fatto in casa – è parte del divertimento!), fazzoletti Tempo vicini vicini (soprattutto in caso di scelta drammatica) e naturalmente FILM.

Quale? Ecco il punto. Una lacrimuccia ed un pensiero malinconico vanno a MEGAVIDEO…

Quindi, coltelli alla mano, sì, perchè lui (N.) è appassionato di morti viventi, zombie, pazzi, killer eccetera eccetera eccetera… io invece, tendenzialmente fifona seppur con una dichiaratissima perversione/passione/fobia folle per pellicole riguardanti gli squali, tendo a voler vedere film più “sereni”, mettiamola così.

Abbiamo quindi istituito che si fa “una volta a testa”! Quando mi va male, adotto il mio personalissimo metodo 😉

Quando sono davanti a qualche scena terribile, che mi sta così tanto coinvolgendo dal farmi quasi dimenticare che “è tutta finzione”, penso a cosa c’è dietro le quinte! 🙂

Condivido, rilancio e prendo spunto dall’articolo di Ninja Marketing che mi ha fatta sorridere.

Buon lunedì!

Shining

Shining, 1980, Stanley Kubrick.

titanic

Titanic, 1997, James Cameron.

Il signore degli Anelli

Il Signore degli Anelli, 2001, Peter Jackson.

Eidos Tweet: in comunicazione si pianifica, si organizza, si progetta. Noi, di backstage e di quel che accade dietro le quinte ne sappiamo eccome… 😉

Annunci