6 secondi per essere creativi: Vine!

vine6 secondi per comunicare! E’questo il limite massimo previsto da Vine, la nuova app video pensata per Twitter che sta spopolando in tutto il mondo.

Da poco disponibile anche su Android, sta riscuotendo un grande successo: oltre 13 milioni di utenti in quattro mesi per il nuovo fenomeno che si appresta a seguire il successo di Instagram!

Le caratteristiche essenziali di Vine: brevità, concisione e sintesi. Praticamente l’equivalente in formato video di un tweet, (da cui il motivo dell’acquisto da parte di Twitter di questa applicazione). 6 secondi sembrano pochi ma in un lasso di tempo così breve si possono raccontare un sacco di cose, soprattutto con le immagini. La brevità del tempo a disposzione costringe l’ultilizzo di tecniche tipiche del “cinema” per risparmiare tempo (come montaggio, stop motion e dialoghi al minimo). Un ‘app che offre  un ampio ventaglio di possibilità di utilizzo anche in chiave di marketing (pensate ad esempio per le aziende  la possibilità di utilizzo per il lancio di nuovi prodotti, realizzazione di mini spot online, campagne viral su Twitter, etc….) e ha davanti a se’ potenziali enormi di sviluppo al punto che al Tribeca Film Festival è stata aperta una sezione dedicata a questa nuova piattaforma. Ecco quindi che per approfondire l’utilizzo di questa app, la cosa migliore è seguire chi con il cinema, i video e  le tecniche cinematografiche ha a che fare quotidianamente. Wired.it ha fatto  un elenco di 15 persone “influenti” da seguire: da montaggi curiosi a vere opere d’arte, come ad esempio quelli di Meagan Cignoli  (@MeaganCignoli) fotografa e creativa newyorchese o Pinot, (@Pinot) artista e designer kuwaitiano.

Eidostweet: la forza del visual va spesso al di la di quella delle parole. Ecco dunque che 6 secondi possono diventare per assurdo anche troppi.

Annunci