20 righe tutte da scrivere. Siete anche voi dei liners?

20linStavo già sul treno per le vacanze quando un’amica mi ha scritto ma tu lo conosci 20lines? Come non lo conosci? Ehm… no. Ma tu scrivi sempre, è una figata pazzesca.
Sono tornata e con tutti i libri che ho letto quest’estate il Philip Roth che c’è in me è pronto a prendere il sopravvento.
20lines è una start up fondata da lines Alessandro Biggi ’26 anni promessa delle agenzie di consulenza come Jp Morgan e Boston Consulting Group, ma rapito dalla sua passione personale per i libri, insieme a Pietro Pollichieni, Marco Pugliese, Francesco Scalambrino, tutti tra i 24 e i 26 anni.
L’idea è quella di creare una community di persone appassionate di scrittura e di lettura che condividono la propria passione cimentandosi in 20 righe attraverso cui si può dare inizio o completare storie a migliaia di mani. Si può scrivere , ma soprattutto leggere e seguire i propri liners preferiti e le loro storie. Questa l’idea di base ma nell’obiettivo dei ragazzi c’è quello di offrire un modello di business alternativo alle case editrici che oggi hanno sempre più difficoltà a sopravvivere in un mercato “antico” come quello dei libri. La start up che ha raccolto già migliaia di fan ha già goduto nei mesi scorsi, a livello economico, del sostegno di United Ventures, un fondo d’investimento che in questo momento è molto attento ad al mondo delle start up e a livello di contributi editoriali della partecipazione di nomi illustri come Giorgio Faletti, Carmine Abate, e alcuni giovani scrittori che hanno proposto incipit fulminanti che hanno appassionato tantissimo coautori.

Io sono pronta, voi?

EidosTweet:140 caratteri o 20 righe l’importante è uscire dal bozzolo

Photo: seo-copy-scrivereperil web

Annunci