A milano spunteranno isole

L’Expo si avvicina. Mancano 562 giorni al momento del taglio del nastro per l’evento che  lancerà Milano al centro dell’attenzione globale e qui in città cominciamo a vedere i primi segni del cambiamento verso un futuro più ecosostenibile.

E da poco abbiamo avuto notizia di mitiche isole digitali che aiuteranno milanesi e turisti a ricaricare pile (di smartphone, tablet etc..) essere connessi in wifi veloce gratuito stando comodamente seduti su panchine in legno.

isola digitale a Milano

Quante e dove le isole? Quindici per il momento in  Cadorna, V Giornate, Porta Venezia, XXV Aprile, Centrale, Cusani, Loreto-Argentina e Pagano, a costo zero perchè realizzate a carico completo delle aziende sponsor (A2a, Ducati Energia, Microsoft, Telecom Italia, Bee, Linear), e per il 2015 dovrebbero moltiplicarsi.

qudricicli elettrici

Spazio anche alla mobilità intelligente: ogni isola digitale ospita una stazione per quadricicli elettrici biposto in condivisione (EQSharing), 60 mezzi disponibili già entro il 21 ottobre, che diventeranno 90 a metà novembre e 120 a febbraio. Tutti a disposizione dei cittadini che potranno usufruirne con modalità simili a quelle del bike sharing attraverso una tessera annuale, mensile o settimanale acquistabile via internet su www.eqsharing.it. Le prossime isole digitali arriveranno in Città Studi (via Bonardi), Zara-Segrino, Bovisa (piazza Alfieri), Certosa (via Sartori), Lambrate (via Pacini), Imbonati, Porta Romana-Corso Lodi, via Larga, Monza-Precotto, Bande Nere-Orsini e viale Famagosta. Presto, una stazione verrà attivata anche all’Ospedale Niguarda.

 Eidos Tweet: isole del futuro dove galleggiare risposandosi e ricaricando le pile.

Annunci