Stripes immortali e mortali che scaldano il week end

Visto che è venerdì e sono particolarmente stanca voglio dedicare questo post a due delle letture che mi mettono di buon umore  e mi allegeriscono la testa. Si tratta di due “strisce” famose in tutto il mondo: I Peanuts di Charles Shulz i Coniglietti suicidi di Andy Riley

La prima mi ha accompagnato per tutta l’infanzia grazie a mio padre divoratore di fumetti, che collezionava Linus e i libri dei Peanuts e altri fumetti. Linus e compagni sono infatti la striscia a fumetti più famosa del mondo, pubblicata quotidianamente tra il 1950 e il 2000 fino alla morte dell’autore che non ha mai permesso a nessuno di aiutarlo perchè Charlie Brown, Snoopy, Linus, Lucy e tutti i personaggi della banda dovevano ogni giorno (7 giorni su 7) nascere da lui.

Oggi dopo 63 anni dalla loro nascita, e prima che nel 2015 approdino (pericolosamente!) sul grande schermo Snoopy e il suo piccolo amico Woodstock (il preferito di mio padre) impazzano sul web. Tutti abbiamo un amico che ogni giorno pubblica la sua vignetta preferita a dimostrazione del valore universale della sintesi che questi fumetti riescono a trasferire delle nostre frustrazioni, insicurezze, illusioni, ansie ma anche di una certa tenerezza infantile che ci rassicura. I Peanuts, siamo noi. Ho sognato tutta la vita di essere Lucy, per per chiedere 5 cents tutte le volte che un amico mi chiedeva un consiglio. Il Post ogni giorno pubblica una striscia, ma io vorrei solo andare a casa di mia madre a riprendermi tutti i libri.

Schermata 2013-10-25 a 09.24.41

I conigleitti Suicidi, è stato per me una scoperta recente. Andy Riley è un disegnatore inglese che ha inventato la striscia più divertente che io abbia mai letto, quella che in maniera scorretta ti libera da ogni freno inibitore del ridere della morte. I Coniglietti che scelgono di morire decidono di farlo nelle maniera più assurde, folli e ingegnose che si possa pensare generando un effetto umoristico inaspettato. Come molte cose che attengono al senso dell’umorismo divide il mondo: ho visto amici piangere dal ridere e altri guardarmi con aria interrogativa e imbarazzata, non capendo cosa ci fosse tanto da ridere. Io quando voglio mettermi di buon umore lo leggo.

Schermata 2013-10-25 a 09.04.31

Che dire… sarà un fantastico week end.

EidosTweet: la sintesi è un dono per far ridere e per far riflettere.

Annunci