Faccio una doccia in piazza a Parigi e arrivo!

01-00260716000008Ultima porta in fondo a destra? Ma no! Dal 29 ottobre al 3 novembre Ikea France ha allestito il primo “bagno urbano” al centro del porticato della Gare Saint Lazare.

Un cartellone pubblicitario tridimensionale e vivente. Anzi più che vivente, vissuto da persone in carne e…accappatoio!

Proprio così, perché per dimostrare quanto le soluzioni di arredo Ikea si adattano perfettamente anche agli spazi più piccoli, l’agenzia di pubblicità Ubi Bene ha ideato questa installazione abitabile, riproducendo, a due metri da terra, l’ambiente di un bagno di casa, completo anche dei minimi dettagli e accessori.

SMALTO IKEA1450036_10151699959321332_589156698_nE per essere ancora più completo e credibile, all’interno del bagno urbano per tutta la giornata si sono dati il cambio una serie di attori che hanno interpretato i gesti quotidiani di ognuno di noi: alle otto di mattina una donna è uscita in accappatoio dalla stazione Saint Lazare per andare a fare la doccia sul cartellone, con tanto di acqua corrente. Poi una veloce passata con il phon, la crema idratante, lo smalto sulle unghie e un tocco di trucco.

UOMO IKEA1000320_10151699959466332_582256400_nAlle sette di sera ecco che torna a casa un lui che si doccia, si sbarba ed è pronto per uscire a cena.

Tutto è a portata di mano e tutto è rigorosamente en plein air (per dirla proprio alla francese!!)  Ecco il video del bagno urbano

E i parigini non si sono nemmeno più di tanto stupiti. Infatti, questo è stato il primo “bagno urbano” ma negli ultimi anni camere da letto, salotti, vere e proprie case in stile “grande fratello”, sono state allestite da Ikea nei posti più impensati, l’importante è che fossero pubblici.

Prime fra tutte le 28 coloratissime, insonorizzate e climatizzate camere da letto, allestite un paio di estati fa lungo l’autostrada francese A6 (autoroutes Paris – Rhin- Rhône) e a disposizione dei vacanzieri in giro in macchina, per una sosta rigenerante… senza nemmeno doversi montare il letto.

Poi, a gennaio dell’anno scorso, è stato costruito un vero e proprio appartamento Ikea nella stazione Auber della metropolitana. Cinquantaquattro metri quadri, anche in questo caso arredati con tutte le comodità, abitati per una settimana da cinque coinquilini: pareti in plexiglass, aggiornamenti su Facebook e su  Youtube per la mise en scene di un “Grande Fatello” parigino. Curiosità dei passanti, condivisione di foto e commenti e un contest su Facebook che ha scatenato la rete per vincere una serata all’interno della casa e partecipare ad una mega festa (sempre in 54 mq).

E dopo la metrò è stato il momento dell’aereoporto:  chi l’ha detto che le sale Lounge sono riservate solo a passeggeri vip? Se, come è stato stimato, il tempo medio d’attesa di un volo è di circa un’ora e quarantatré minuti, tanto vale non stressarsi e rilassarsi in salotto, camera da letto o nella stanza dei giochi per i più piccoli, come a casa propria.

E anche qui, Ikea ci ha messo lo zampino: 220 mq di spazio arredati da IKEA per il relax di tutta la famiglia al terminal 3 dell’aeroporto Charles De Gaulle di Parigi.

Per tre settimane (a cavallo tra luglio e agosto), le hostess di IKEA Lounge hanno accolto i passeggeri mettendo a disposizione una zona wifi, comode poltrone per leggere, divani per guardare la tv e nove camere da letto per una pennica rigenerante.

Eidos Tweet: che dire se non “chapeau!” a Ikea France!!

Annunci