Cronache e trend topic di un giorno qualsiasi, tra presidenti traditori e attori maleducati.

530513_10151886402558017_2059693660_nCi siete cascati? Eh?! Pensavate che oggi avrei  affrontato l’imperdibile storia di Monsieur le President e le sue donne – ma perchè nessuna dice che oltre a tutto Hollande è proprio bruttino e con un appeal pari a O, dobbiamo tutte subire per forza il fascino del potere?. Ma non è di questo che voglio parlare (non è vero mento perchè vorrei parlare solo di questo).

E invece parlerò di un altro tema di attualità del “vaffa” alla giornalista di Rai news24 di Toni Servillo – interprete del film “La Grande Bellezza” di Paolo Sorrentino recentemente premiato ai Golden Globe. Allora la storia per chi non la conosce è questa (lo so, avete letto solo di Hollande e avete seguito la conferenza stampa minuto per minuto, beati voi): durante un’intervista fatta in diretta telefonica da una giornalista di Rai News24 all’attore  dopo una serie di domande sulla serata e sulla soddisfazione derivante del premio, la giornalista si permette di fare una domanda sul fatto che in Italia il film è stato anche criticato, insomma democraticamente non è piaciuto a tutti…a quel punto Servillo piccato prima ha tentato un “sono in galleria non sento” e poi credendo di aver chiuso la telefonata si è profuso in un solenne vaffa.

Immediatamente ripreso dai social media il tema ha visto  l’Italia spaccarsi in due tra quelli che hanno sottolineato l’ego ipertrofico dell’attore e la sua maleducazione e chi rivendica il diritto di dire quello che si pensa a qualsiasi costo. (ah! anche sulla vicenda Hollande l’italia si è spaccata in due anzi in tre, gli uomini tacciono tra l’invidioso e il solidale, e le donne come al solito si dividono tra mogli solidali e amanti rivendicative, ma così per dire…).

Questa vicenda insegna alcune cose (nel caso ce ne fosse bisogno)

1) non esistono più incidenti giornalistici che passano sotto traccia, quelli della Zanzara ci hanno costruito una trasmissione, concedere o meno un’intervista in diretta è una cosa da valutare con attenzione molto molto grande e oggi rinunciare a volte e segno di buon senso. (Lo sa bene anche Hollande che oggi ha preferito non rispondere …aridaglie !)

2) dire sono in galleria non ci crede più nessuno, inventatevene un’altra. (Hollande non è ha trovata una valida da dire a Valerie, effettivamente era difficile)

3) accertarsi sempre bene che la conversazione sia terminata prima di lasciarsi andare a commenti, i cellulari spesso ci mettono un po’ a staccare. E’ successo a tutti.

4) la buona educazione paga sempre, ma la rete ama i maleducati. (Non lo dite a Hollande se no chissà che s’inventa)

5) in rete nessuno si prende la briga di verificare come siano andate le cose fino in fondo, tutti hanno creduto solo all’ultima parte dell’intervista  (ma del caso Hollande vogliamo sapere tutto)  

Vabbè la conferenza stampa è finita Hollande non ha detto niente tranne che i panni sporchi si lavano in famiglia, sai la novità…Forse era meglio parlare di quanto ai tempi della rete siamo esposti alla maleducazione senza censura e che tutti ci stiamo abituando al peggio. Si, è che io sono diventata bacchettona.. Ma il vero insegnamento è che che l’amore vince sempre. Hollande è trend topic di oggi. Servillo solo Ottavo (Tiè).

Schermata 01-2456672 alle 18.30.17

Grazie al mitico Emiliano Carli per la foto!

EidosTweet: ci sono giorni in cui ci si perde dietro le cose inutili, in rete di più

Annunci