Il boomerang della polizia di New York

Certamente non erano queste le intenzioni della Polizia di New York.

Forse non se lo aspettavano neanche.

Ma Twitter è pericoloso e tutti dovremmo imparare ad usarlo.

122200562-261c0971-f793-4e8f-8e59-9b96c12892ad

Doveva essere una campagna di sensibilizzazione su Twitter con l’hashtag #MyNYPD, in cui i cittadini erano invitati a postare foto con i poliziotti di New York. E invece si è rivelato un clamoroso boomerang e il social network ha cominciato ad essere invaso di fotografie in cui la polizia compie violenze e abusi sui cittadini.

Ci sono scatti che mostrano agenti immobilizzare fotografi sui marciapiedi, malmenare prostitute, ispettori che danno botte ai manifestanti durante le proteste di Occupy Wall Street oppure ai ciclisti di una Critical Mass.

Un portavoce del dipartimento, Stephen Davis, ha dichiarato: “Comunque abbiamo creato un canale di comunicazione, senza censura e l’esperimento non si fermerà, se ne prenderà sia il buono che il cattivo”.

Quindi… bel tentativo ragazzi. Un po’ prevedibili le conseguenze, ma dai vostri errori, noi impariamo sempre!

Eidos Tweet: l’arma del XXI secolo? L’hashtag!