Il caso di Under – The series

Di web series se ne parla ormai da molto tempo, ma interessante è come oggi vengono utilizzate, qual è la loro genesi e il loro obiettivo. Interessante il caso di  Under-The Series: una web-series tutta italiana tratta dal libro di Giulia Gubellini che sta diventando il caso editoriale dell’estate. E’ una storia in cui sei ribelli devono scontrarsi per volere di un’Autorità provvisoria che controlla il Paese. L’ispirazione è Hunger Games, ma l’ambientazione è italiana. La cosa interessante infatti, è proprio il percorso di lancio del racconto che vede un libro che si accompagna in contemporanea ad una web series prodotta dallo stesso editore  Rizzoli, insieme ad Anene Trilud, Sugar Music, Redigital e Jeansbox con l’ambizione di diventare un lungometraggio che spera di diventare un film per il cinema.

In passato il cinema sposava un libro rimettendo mano alla sceneggiature dove le parole facevano fatica a diventare immagini, oggi è già nell’intenzione e nella capacità dell’autore parlare per immagini a partire dalla scrittura.  Michele Rossi, responsabile editoriale narrativa italiana di Rizzoli dichiara Twilight è roba vecchia! I coetanei dell’autrice  possiedono un immaginario già costruito per il web. Forzare la tiratura non avrebbe avuto senso, così abbiamo pensato a questo tipo di lancio, da editoria indipendente. Pochi soldi, infinita passione».

 

E Under-The Series sta regalando soddisfazioni ai produttori, con 260 mila visualizzazioni per il secondo episodio. Le dieci puntate della web-series porteranno ad un cortometraggio della durata di cinquanta minuti, che potrebbe servire a convincere qualche produttore cinematografico a realizzare una pellicola tratta dal libro.

Qui il sito per vedere tutte le puntate

EidosTweet; la crossmedialità sta diventando ogni giorno più ampia e un campo si sperimentazione per tutti, al momento non ci sono ricette certe, tutto in movimento e l’importante è muoversi in fretta.

 

 

Annunci