Co-Working? Sempre più una questione tinta di rosa.

29838387_si-scrive-coworking-si-legge-pi-donne-0

Lavorare insieme si può, costa meno, aiuta lo scambio di idee ed è sempre più un fenomeno tinto di rosa! La condivisione in ambito professionale sembra infatti essere sempre di più uno strumento/opportunità ricercato dalle donne nell’ambito del lavoro, anche online. Cresce il numero delle lavoratrici che si rivolgono alla rete per sviluppare il co-working e la condivisione degli spazi.
È questo l’ultimo trend rilevato da Kijiji.it, sito di annunci gratuiti locali con oltre 4.000.000 di annunci, 60.000 nuove inserzioni quotidiane e circa 1.100.000 visitatori giornalieri punto di riferimento per chi è alla ricerca di lavoro e affari sul web. Dei circa 1.000 annunci live al momento nella categoria “Lavoro” di Kijiji.it (che conta quasi 200.000 annunci) tra ricerche e offerte per condivisione di spazi lavorativi con un incremento del 28% negli ultimi 3 mesi, circa il 45 % riguardano donne: imprenditrici e professioniste che vedono nel co-working uno strumento flessibile e adatto alle proprie esigenze lavorative, utilizzato per creare sinergie e networking ma a volte anche semplicemente per avere compagnia durante la pausa caffè o per condividere le spese di affitti spesso troppe alte per chi non ha alle spalle una struttura aziendale che permetta di affrontare onerosi esborsi per la locazione.
E la rete con siti come Kijiji.it corre in aiuto di quante sono alla ricerca di soluzioni e spazi economicamente più abbordabili e che al contempo consentano di poter esercitare la professione in ambienti preferibilmente più creativi e stimolanti.

Le co-worker online? Commercialiste, avvocatesse, designer, stiliste, freelance, PR ed estetiste, per citarne alcune.
Le tipologie di attività svolte dalle donne imprenditrici che vedono in Kijiji.it uno strumento per ricercare dei partner di condivisione spazi sono numerose: commercialiste, designer, stiliste, freelance del mondo della comunicazione e professioniste di vari settori.

Come Mariagrazia, architetto di Milano, alla ricerca di una coinquilina professionale: “Architetto con studio in via plinio 46, milano, cerca collaboratore architetto abilitato per condivisione ufficio. arch. Mariagrazia”
http://www.kijiji.it/annunci/affitto/milano-annunci-loreto-porta-venezia-indipendenza/cerco-collaboratore-architetto-per-condivisione-ufficio/58484409

Sempre nel capoluogo Meneghino, la città più attive a livello di opportunità di co-working al femminile, Annachiara, avvocato, offre una stanza a due passi dal Tribunale ad un prezzo ragionevole comprensivo di utenze ed utilizzo fotocopiatrice e fax: 
“Offro in ufficio legale in affitto stanza arredata in condivisione in condominio signorile. 
Zona: centrale (due passi dal Tribunale), piano rialzato, affaccio gradevole su giardino, silenziosissimo. Servizio portineria e ricezione posta ed atti giudiziari. Prezzo richiesto: Euro 350,00= mensili. Importo comprensivo di energia elettrica e uso fotocopiatrice e fax”.
http://www.kijiji.it/annunci/affitto/milano-annunci-porta-romana-monte-nero/stanza-in-condivisione-in-ufficio/49558504

Spostandosi da Milano a Bologna ci si può imbattere nell’annuncio di Elena, professionista nel mondo della comunicazione, desiderosa di poter condividere non solo spazi ma anche idee, creatività e perché no, persino una pausa caffè in buona compagnia: “Libera professionista in comunicazione, eventi, pr marketing, cerca spazio lavorativo per co-working, Scrivania in ufficio già operativo e con utenze. Si ricerca creatività, apertura, trasversalità per una condivisione non solo di spazi ma anche di idee e pause caffè”. http://www.kijiji.it/annunci/cerco-lavoro-servizi/bologna-annunci-bologna/cerco-spazio-lavorativo-scrivania-in-centro/65152352

A Cesena invece, c’è chi preferisce lavorare in spazi condivisi ma al contempo autonomi “Cerco stanza (meglio se non arredata) in studio professionale. OK commercialisti, ingegneri, grafici, geometri, avvocati o altra professione. NO professioni sanitarie. NO postazione di lavoro in stanza condivisa con altre persone. Sono una traduttrice seria e referenziata. Non ho particolari esigenze di spazio. […]” http://www.kijiji.it/annunci/affitto/forli-cesena-annunci-cesena/coworking-stanza-in-studio-professionale/57135267

Per chi è invece è alla ricerca su Torino di uno spazio di lavoro temporaneo, anche solo per alcuni giorni della settimana o addirittura per solo poche ore, potrebbe trovare nell’annuncio di Patrizia un’offerta allettante: “Sono una counselor/psicopedagoga cerco professionisti per condivisione dell’affitto del mio studio per 1/2 giorni alla settimana , o mezze giornate alla settimana. I gg o mezze giornate disponibili sono: lunedì, venerdì ,sabato e domenica. Possibile affittare anche a ore previa disponibilità e su prenotazione […]”
http://www.kijiji.it/annunci/affitto/torino-annunci-torino/disponibile-studio-a-giorni-ore-w-e-sere/62041975

Co-working: un tema di attualità che coinvolge anche le istituzioni locali

Il co-working è un tema dunque di grande attualità e molto sentito, al punto che anche vari enti locali si stanno muovendo promuovendo iniziative sostenibili incentrate sulla condivisione degli spazi. Come ad esempio il Comune di Milano che ha lanciato un’iniziativa volta a promuovere una nuova modalità organizzativa del lavoro attraverso la condivisione di uffici, servizi ed esperienze da parte di singoli professionisti. A disposizione dei coworkers un fondo complessivo di Euro 300.000 destinato a supportare le spese sostenute da ciascun lavoratore, sino ad un massimo di Euro 1.500 per ogni progetto imprenditoriale realizzato presso una delle 30 strutture certificate ad accogliere questa nuova tipologia di professionisti. Scadenza: fino a esaurimento fondi. Tutte le informazioni su http://www.comune.milano.it , sezione Bandi aperti e contributi.
Il famoso adagio recita ”L’unione fa la forza”…quindi lunga vita al co-working!

Annunci