Ma dove vai se il meteo non lo sai

984183_10152239820946430_3179415999570550957_n

Alzi la mano chi di voi quest’estate è stato letteralmente ossessionato dalle previsioni meteo. Immagino tutti. So di persone che appena si svegliavano al mattino, ancora prima di bere il caffè, si precipitavano a consultare telegiornali, quotidiani, siti e applicazioni per verificarne l’attendibilità.

Il risultato? Inutile, meglio affidarsi alla divina provvidenza e incrociare le dita.

La cosa curiosa è che a febbraio i pronostici erano stati catastrofici: “Sarà un’estate bollente e secca!!” tuonava il Cnr creando il panico generale su tutta la penisola. Chi aveva prenotato al Sud si è subito affrettato a cambiare meta per lidi più freschi e il mercato dei condizionatori ha visto una notevole impennata di vendite. Insomma a giugno eravamo tutti pronti con ventilatori e cubetti di ghiaccio in mano per affrontare la battaglia contro Caronte, Minosse, Annibale, Lucifero e qualsiasi nome infernale avrebbero dato all’ondata di caldo e invece nulla: pioggia, temporali, grandine rigorosamente nei weekend per la gioia degli albergatori. Chi si è rifugiato in montagna ha addirittura trovato neve…in agosto…non sto scherzando!

BtT3T9gCYAAAQzj

Ieri leggevo un divertente articolo di Marina Terragni sul sito di Io Donna che esortava a evitare di dare previsioni a inizio anno se non si è sicuri al 100% di come effettivamente sarà il tempo. Se il Cnr avesse aspettato qualche mese forse non avrebbe rovinato le vacanze a migliaia di italiani e, di conseguenza, agli albergatori i quali hanno chiesto di posticipare l’inizio delle scuole a ottobre per sfruttare le villeggiature di settembre.

Chi invece ha goduto di un numero esorbitante di accessi giornalieri sono le app dedicate al meteo. Nelle spiagge del centro nord la gente rimaneva tutto il giorno incollata agli smartphone controllando minuto per minuto previsioni e temperature mentre gli argomenti principali di conversazione vertevano su pareri e opinioni su quelle più attendibili. Ecco quali sono state le 5 app più gettonate dell’estate 2014:

Ormai l’estate sta volgendo al termine, dicono si stia preparando un inverno gelido…dovremo tenere fuori shorts e costumi da bagno?!

Eidos Tweet: in arrivo nei cinema “Obsession: storie di meteo”

Annunci