La radio in TV

Non sono una fanatica del piccolo schermo. Non contemplo la televisione neppure quando sono a casa sola… Ma per caso ieri mentre sistemavo cose l’ho accesa su Rai1. Non tanto per guardare ma per avere un sottofondo che accompagnasse il mio fare. Mi è sempre piaciuto ascoltare.

Poi a un certo punto c’è stata un’interruzione, uno stacco, come fosse una radio interferenza…
E lo era. Un messaggio radio, anzi, un rewind. Dal programma tv che non stavo guardando a “Mi ritorni in mente” di Lucio Battisti, che ho ascoltato con grande piacere.

Ieri era il 6 Ottobre, il 90esimo compleanno di RadioRai.

Così la RAI ha festeggiato con un’attività unconventional: interrompendo i programmi televisivi per mandare in onda degli storici messaggi radiofonici, e parlare alle persone, invece che con le immagini in movimento, con le voci che hanno segnato il nostro ricordo, la nostra storia.

L’ho trovato bello ed emozionante. Per questo ho pensato di condividerlo. Per segnalarlo ai nostalgici del “vecchio modo” di fare radio, per gli amanti di voci che a furia di ascoltare sono diventate voci amiche.

Vi invito a visitare la sezione dedicata del sito Rai.it La Radio racconta l’Italia dove son raccolte tutte le clip radio che hanno interrotto i programmi televisivi di ieri.

A me è toccato questo bellissimo momento. A voi? Raccontatelo sui social con l’hashtag #radioemozioni.

Lucio Battisti a Gran Varietà – Mi ritorni in mente

Schermata 10-2456938 alle 11.26.05

Il 6 Ottobre del 1924 nasce in Italia la prima trasmissione radiofonica. Siamo a Roma, nell’attuale quartiere Parioli, la voce è quella di Maria Luisa Boncompagni e il primo programma è composto da musica operistica, un bollettino meteorologico e notizie di borsa. Sono trascorsi ventinove anni dal colpo di fucile che nel dicembre del 1895 ha dato il via alla diffusione mondiale dell’invenzione di Guglielmo Marconi.

Da quella prima emissione sono passati novant’anni e le trasmissioni di RadioRai hanno raccontato ogni momento della storia del nostro paese. Dai momenti politici e sociali più importanti alla radiocronache in diretta degli eventi sportivi la radio ha raccontato l’Italia in ogni sua declinazione.

Le voci degli speaker e dei cronisti sono legate in maniera indissolubile agli eventi che hanno raccontato.

Eidos Tweet: questo uncoventional tuffo nel vintage è amplificato sui Social Media. Non dimenticate che la Radio è ancora giovane e ha tantissime cose da dire.

 

Annunci