La tragedia del baffo blu. Strategie di conquista e gelosia ai tempi di WhatsApp.

Sta capitando finalmente anche con le digital tecnologie. E’ arrivata la temuta nuova funzione della spunta blu su WhatsApp.

Per il suo quinto anno di presenza sui nostri cellulari WhatsApp accontenta stalker e alimenta gelosie con il baffo della spunta che diventa blu per confermare che il messaggio sia stato letto.

Eh sì, i due baffi fino ad oggi significavano : il primo l’ho mandato il secondo è stato recapitato MA NON NECESSARIAMENTE LETTO.

B1wCS8HIQAANxxb

 

Ed ecco che il mondo qui si divide in due: una breve indagine qui in Eidos identifica metà del gruppo come ‘stalker’ felici di poter verificare come e quando vengano letti i messaggi ma  per il famoso detto ‘in amor vince chi fugge’   si stanno organizzando per poter leggere ma non far vedere che si sono letti i messaggi che fanno battere il cuore o misurano quanto si è ‘vicini alla meta’.

E l’altra metà ‘gli indifferenti’ che nemmeno si erano mai posti il problema di cosa significassero i due baffi sotto il proprio messaggio inviato: felici o a questo punto indifferenti-insensibili?

Tempi duri per i bugiardi e meccanismi tecnologici e digitali che tendono sempre più a seguire le nostre tracce anche da lontano.

Attenzione non tutti i cellulari hanno ancora attiva la funzione ma non appena WhatsApp si aggiornerà automaticamente sul telefono, si potrà, passando il dito sulla riga di testo spedita, trovare accanto alle classiche funzioni “copia” ed “elimina” anche la nuova opzione “info”. Cliccandoci su si potrà conoscere l’ora e il minuto in cui il destinatario ha visualizzato il messaggio.

credits [Huffigtonpost]

EidosTweet: la tecnologia è pensata dall’uomo: quando si evolve finisce sempre per assomigliare ai bei tempi andati. 

Annunci