LA SEMPLICITA’ E’ LA CHIAVE

Ne sono convinta, soprattutto in quest’epoca di cambiamenti e di nuovi linguaggi digitali. Curiosa digitale come sono, cerco di individuare anche qui in Italia chi ha saputo trovare una nicchia di specializzazione basata su una risposta SEMPLICE, che con il linguaggio e la chiarezza riesce ad avere seguito.

Facile farsi tornare in mente Steve Jobs che con la mela morsicata ha dato il via alla rivoluzione della semplicità ma oggi vi segnalo tre persone che  hanno saputo ASCOLTARE e poi rispondere attraverso la rete con un denominatore comune: la semplicità del linguaggio .

Omino_Sentenzioso_Salvatore_Aranzulla

Lo ha fatto Salvatore Aranzulla dieci anni fa, quando aveva solo 14 anni, rispondendo di continuo  agli stessi problemi di informatica e ogni volta rispiegava a ognuno di loro come risolvere lo stesso problema.  Da qui l’idea di creare delle guide corredate di fotografie con un linguaggio molto semplice. Oggi è considerato il principale divulgatore informatico italiano. Oggi il suo blog , che è un insieme di 5.000 schede risposta ad altrettanti questi dubbi sull’utilizzo della tecnologia di uso quotidiano (cellulari, pc..), è  seguito da quasi tutto il mercato di massa segue il suo blog.  Se proseguiranno con la crescita in atto, nel giro di 6-8 mesi, dovrebbero raggiunge il 50-55 per cento di quota di mercato.

imgres-16

Lo fa egregiamente Valerio M. Visintin,  sferzante e valente critico gastronomico del Corriere della Sera,  che sa rifuggire alle lusinghe del potere, gastronomico o no restando fedele alla sua irriconoscibilità e parlando in modo chiaro su ogni esperienza gastronomica nei locali della città.

Trasparenza nel giudizio, chiarezza nel linguaggio e un interessante articolo in cui proprio di chiarezza e linguaggio ci parla in questo mondo di gastrotuttologi che con l’avvento di Expo producono florilegi linguistici che rasentano le comiche. Vi lascio assaporare lo stile Visinton in questo pezzo su Vivimilano

Paola Guagliumi, laureata in storia dell’arte e guida turistica di professione ha invece risposto ai sempliciotti ignoranti che ogni giorno si è trovata tra le fila dei visitatori che ha accompagnato in visita ai Musei con un canale YouTube che ha chiamato L’arte spiegata ai Truzzi e un blog . Nei suoi video si avvicinano due mondi apparentemente distanti: quello dei musei e quello della strada. Il risultato è esilarante, ma anche interessante: speriamo solo non si esprima così anche sul lavoro!

EidosTweet: la strada per ottenere ascolto, seguito e..successo è la semplicità.

Annunci