GDO e l’alimentazione in vista Expo2015

L’alimentazione è il tema che sarà protagonista di Expo2015 e a poco più di un mese dall’avvio della manifestazione evento dell’anno, anche la Grande Distribuzione sta finalizzando alcune iniziative sul tema.

Coop, food partner di Expo, ha presentato nei giorni scorsi il supermercato del futuro: un progetto basato su innovazione e tecnologia per sviluppare l’accesso diretto alle informazioni necessarie alla conoscenza dei prodotti e al consumo consapevole che sarà protagonista del Future Food District, un padiglione di 6.5000 metri quadri dedicato al cibo del futuro.

I classici scaffali, saranno sostituiti da tavoli inclinati. I supermercati del futuro verranno strutturati su 5 vie dedicate ad altrettante filiere: latte e derivati; tè, caffè e cacao; cereali e birra; carne e pesce; ortofrutta e vino.

L’idea è di mettere a disposizione dei consumatori oltre 1500 prodotti realizzati da fornitori in stabilimenti italiani. Tutti gli alimenti comunicheranno le informazioni di cui sono depositari e sarà il visitatore a formulare le domande con un semplice gesto della mano, all’insegna della spesa hi-tech.

Coop descrive il progetto come un laboratorio didattico e pedagogico pronto a ospitare anche gli studenti delle scuole con lo scopo di fornire loro le conoscenze di base di un’alimentazione corretta e solidale. E da questo ultimo punto di vista, c’è chi si sta già muovendo attivamente ancor prima di Expo.

Pam Panorama ha infatti lanciato nelle scorse settimane “Nutri il sapere”,  l’iniziativa dedicata al mondo del food che sta già coinvolgendo gli alunni di numerose scuole primarie sul territorio nazionale, con l’obiettivo di promuovere la cultura alimentare anche nei più piccoli.

A partire dal 3 marzo sino alla fine di maggio, all’interno di numerosi punti vendita Panorama gli esperti formatori di Pam Panorama, in giornate appositamente dedicate, terranno delle vere e proprie lezioni durante le quali racconteranno ai giovani alunni tutto quanto c’è da sapere su alimenti di consumo quotidiano, come il pesce e il pane.

L’iniziativa, realizzata con il supporto di Gruppo Pleiadi, è strutturata in laboratori della durata di 1 ora circa ciascuno, durante i quali i piccoli partecipanti approfondiranno la conoscenza ed apprenderanno i segreti relativi del mondo ittico e del processo di produzione del pane, in una formula che consentirà loro di toccare con mano e sperimentare in prima persona quanto raccontato e spiegato a voce dal personale di Pam Panorama.

DSC_6220bis

Relativamente al pesce, scopriranno i segreti della catena del freddo e tutte le fasi di lavorazione necessarie per offrire un prodotto fresco come appena pescato; analizzeranno il prodotto in modo approfondito, anche con il supporto di microscopi, osservandone le caratteristiche dal punto di vista tessutale e cellulare; studieranno la composizione, le funzioni vitali, le proprietà nutrizionali, come capire quando un pesce è fresco nonché gli accorgimenti necessari per offrire un prodotto di qualità 365 giorni l’anno.

Per quanto riguarda il pane, gli studenti apprenderanno, direttamente al banco forno, quali sono gli ingredienti principali e tutto il cammino e le trasformazioni che le materie prime devono fare prima di arrivare negli scaffali di vendita: scopriranno le diverse tipologie di pane in base alle specifiche caratteristiche, svilupperanno il concetto di trasformazione della materia coinvolgendo i 4 sensi e toccando con mano i principali ingredienti che lo vanno a formare, conosceranno i valori e le caratteristiche nutrizionali di questo importante alimento tanto amato nel nostro Paese e, attraverso immagini iconografiche, apprenderanno tutte le fasi della filiera.

Eidostweet: L’informazione è alla base della consapevolezza. E questo vale anche per quella alimentare.

Annunci