Se il web contamina la tv con la satira intelligente…

Il terzo segreto di satira, The Jackal, The Pills… Ecco che per magia la tv si è accorta di alcuni dei fenomeni più interessanti che il web ha prodotto in questi ultimi anni. Un po’ alla volta il piccolo schermo comincia a ospitare la comicità intelligente e originale di alcuni dei migliori gruppi artistici nati in rete. E, nel rispetto della tradizione italiana, con precisi riferimenti geografici: si parte dalla scuola milanese rappresentata da Il terzo segreto di satira, ospitata dal talk Piazza pulita, per passare a quella romana dei The Pills su Italia Uno (con un artistico e intrigante “bianco e nero” per i cortometraggi), fino a quella napoletana dei The Jackal che è stata scelta da Giulia Innocenzi per i siparietti sdrammatizzanti di Anno uno.

2013_09_18_thepills_00Il loro passaggio in tv non è certo passato inosservato, anche perché nelle rispettive proposte sono ben descritti vizi e stereotipi dei follower che li seguono in rete. Come nella webserie Gli effetti di Gomorra sulla gente dei The Jackal che ha toccato su YouTube quasi cinque milioni di visualizzazioni a puntata: una divertente e acuta parodia della serie Gomorra che ha visto perfino un cameo di un eccezionalmente auto-ironico Roberto Saviano! I The Jackal sono una coppia di attori napoletani (Ciro Priello e Simone Ruzzo) che nel 2011 si sono inventati la web saga Lost in Google, per poi proseguire trionfalmente con il politicamente scorretto di Gay ingenui. Fino all’approdo su La7, all’interno di Anno uno, con le storie paradossali di trentenni alla ricerca del lavoro.

B03mvhUIEAAQGpNLa passione per la stand up comedy anglosassone caratterizza l’opera dell’ampio team milanese de Il terzo segreto di satira (cinque scrittori e sei attori). Sono diventati un cult di Piazza pulita grazie a corti come Natale col Pd 2014 (la rivincita), mostrando un particolare “accanimento”  verso il partito di Renzi (vedi gli esilaranti Il dalemiano o Primarie Pd 2012 e 2013). Una cosa che riesce sempre bene a chi, come loro, simpatizza realmente per la sinistra. Nel segno di Corrado e Sabina Guzzanti, e di tanti altri big della satira.

maxresdefault-1I The Pills sono un trio di ragazzi romani ideatori della omonima sit-com che è partita su YouTube per poi passare su Italia1. Con i loro video della durata dai 5 ai dieci minuti, quasi sempre in rigoroso bianco e nero, i tre propongono un umorismo grottesco, caustico e surreale, forse solo leggermente “romano-centrico”.

La contaminazione, in definitiva, può essere un fattore molto positivo per il futuro della televisione, ma specularmente bisogna augurarsi un non-imborghesimento di tali brillanti personalità nel passaggio a una audience più ampia ma potenzialmente molto convenzionale.

(Qui di seguito link a YouTube per godersi alcuni spezzoni delle tre proposte)

Eidostweet: iniezioni di “web satira” per una tv più moderna

 

Advertisements