Keanu, Buddha e la “normalità” dei grandi

Bernardo Bertolucci a Che tempo che fa, lo scorso 23 maggio: “Non appena mi è stata proposta la partecipazione alla serata benefica per il Nepal ho scritto una email a Keanu Reeves per coinvolgerlo…”
Fabio Fazio: “Cosa ti ha risposto?
Bertolucci: “mi ha immediatamente risposto dicendomi che era entusiasta e di fargli sapere solo la data…quando gli ho scritto che gli avremmo pagato viaggio e alloggio mi ha risposto di non preoccuparmi, che avrebbe provveduto lui…”.

Bernardo-Bertolucci-Nepal-201615

La mia è un’ode esplicita a Keanu Reeves, attore coraggioso in tema di scelte artistiche e decisamente fuori dagli schemi dello star system classico. L’episodio raccontato con entusiasmo da Bernardo Bertolucci, uno dei giganti della storia del cinema mondiale, è solo un esempio dell’attitudine “normale” di Keanu, e anche di un approccio spirituale alla vita cui ha contribuito tantissimo proprio l’esperienza maturata con il regista italiano ai tempi di Little Buddha (1993), dove lui interpreta la divina reincarnazione buddhista. Esperienza al centro dell’iniziativa presentata da Bertolucci nello studio di Che tempo che fa: la proiezione del film ha infatti rappresentato il clou dell’evento benefico, tenutosi il 28 maggio all’Auditorium di Roma, organizzato da Emergency a favore del Nepal devastato dal recente terremoto.

bertolucci-e-keanu-reeves-700x400

Malgrado ruoli in opere fondamentali come Break Point, My Own Private Idaho e Matrix, e l’incondizionata stima di grandi registi e colleghi, Keanu è sempre stato sottovalutato dalla critica. Uno dei motivi risiede nella sua totale idiosincrasia, ben narrata dalle cronache che lo riguardano, ai riflettori dei talk show e della comunicazione in generale.

Quando penso a Keanu non posso fare a meno di immaginare il dolore per quella tremenda pagina che investe la sua vita privata: nel  1999 la bimba che aspettava dalla compagna Jennifer Syme nacque morta pochi giorni prima della data del parto. Successivamente la sua relazione sentimentale naufragò, anche se i rapporti con Jennifer rimasero buoni. Nel 2001 la ragazza però morì in un incidente, uccisa sul colpo quando la sua Jeep Cherokee si schiantò contro un albero. Aveva in corpo un mix micidiale di antidepressivi e anestetici.

keanu-reeves-the-matrix

Mi piace pensare che rivedendo oggi Little Buddha, di fianco al maestro-amico Bertolucci, Keanu abbia avuto un pensiero di sollievo per Jennifer e la loro bambina. Intanto grazie per lo splendido esempio di “normalità” che ci hai dato.

2283428-keanu-reeves-et-sa-triste-vie-privee

Eidostweet: quando la “normalità” di una star sorprende!

 

Annunci