Quando le APP ci rimettono in sesto!

PANICO-kRtG-U43070238866854v4D-180x140@Corriere-Web-SezioniStanchi di essere stanchi? Ma noo! Siamo appena all’inizio della bella stagione, poco più di due settimane allo scoccare ufficiale dell’estate. E prima o poi, lunghe, corte, tutte di fila o spezzettate, un po’ di vacanze vorremo farcele, no?

Niente panico e pronti rimetterci in sesto con l’aiuto della tecnologia e le nuove APP. Ecco le più efficaci e divertenti selezionate da Giulia Betti per  Ninja Marketing.

Svegliarsi in ritardo A chi non è mai capitato di rimettere la sveglia dopo il primo allarme per dormire quegli interminabili “altri cinque minuti”? Ma se poi ricadiamo in un sonno profondo e ci svegliamo dopo circa due ore?  Panico!
Per evitare tutto ciò sono nate applicazioni, quali: Mathe Alarm Clock per iPhone o I Can’t Wake Up! per Android. Funzionano cosi: la sveglia inizia a suonare e smette di farlo solo quando avrai risolto alcune operazioni aritmetiche, come 788 +69. L’attività mentale richiesta dovrebbe bastare a svegliarti. Lo so, il suo meccanismo di funzionamento può spaventare soprattutto se l’impegno richiesto è alle prime ore del mattino ma ci assicurano che il risultato è garantito.

Essere fuori forma La prova costume si avvicina e aumentano le iscrizioni in palestra. (uomini non fate vinta non vi interessi!!! Ndr) I propositi sono buoni ma, molto spesso, non abbiamo fatto bene i conti con il fattore: pigrizia. Un fattore in grado di farci perdere tempo e denaro. Come incentivo a mantenerci in forma è nata Pact, un’app per iOS e Android.

Come funziona? Iniziamo con il porci degli obiettivi: per esempio andare in palestra tre volte a settimana o mangiare più frutta e verdura, e scommettiamo su di essi delle piccole somme di denaro (20 centesimi). Se le promesse saranno mantenute  guadagneremo quei soldi, altrimenti ci verranno sottratti. La tentazione di mentire è inevitabile e per questo dobbiamo farci tracciare con il gps ogni qual volta andiamo ad allenarci e fotografare i cibi che mangiamo. Insomma, quando l’autostima non basta, il controllo degli altri può risultare di grande aiuto.

Bere poca acqua Bere almeno un litro e mezzo di acqua al giorno. Tutti, ma proprio tutti lo sanno. Eppure molto spesso si beve solo quando abbiamo sete. Per aiutarci a raggiungere il fabbisogno quotidiano scendono in campo: Carbodroid per Android e Waterlogger per iOS. Il funzionamento è semplicissimo, basta segnare ogni bicchiere d’acqua bevuto e sarà l’app stessa a dirti se hai assunto la quantità giusta giornaliera.

Mangiarsi le unghie Lo so, per molti è un antistress, per altri un modo per concentrarsi, per altri ancora una dipendenza. Però non è proprio un bel vedere. Ci aiutano StopBite per iOS e Stop Nail Biting per Android, due app che fotografano “lo stato dell’arte” delle vostre unghie e registrano i progressi fatti generando un effetto motivazionale che funziona davvero.

Stare seduti troppo a lungo Dopo una giornata passata a lavorare seduti davanti al pc senza mai alzarsi, adottiamo posture sbagliate e la schiena ne risente notevolmente. Un piccolo rimedio c’è: basta prendersi una pausa ogni tanto per fare dei brevi esercizi che rilassano schiena e collo. Ma chi li conosce? Non c’è problema, prendi il tuo smartphone e scarica le applicazioni  Office Excercise & Stretch per Android e Office Stretches per iPhone e saranno loro a suggerirti, tramite video realizzati da fisioterapisti e persona trainer, dei brevi allenamenti da fare durante la giornata per rilassare la tensione muscolare. Provateli e la schiena vi ringrazierà!

Smettere di fumare Tra tutte le cattive abitudini, questa è sicuramente la più difficile da eliminare. È indubbio che prima di tutto ci vuole tanta forza di volontà e la consapevolezza di voler davvero dire basta (e non farlo solo perché ci è stato imposto); ma, se i libri e i film hanno aiutato molte persone perché non potrebbe fare lo stesso anche un’app? Perchè non provare con Kwit, sia per iPhone che per Android, l’app che aiuta le persone a smettere di fumare puntando sull’aspetto motivazionale e su alcune strategie tipiche dei videogiochi. In base a quanti giorni non si fuma l’utente sale di livello e pian piano  si disegnerà un grafico con i miglioramenti sulla sua salute e con il risparmio di tempo e soldi. I risultati potranno essere condivisi sul proprio social network, ottenendo anche l’incentivo e il sostegno da parte di amici e parenti.

Eidos Tweet: ho già smesso di fumare, bevo un sacco di acqua e non mi mangio le unghie. Tutte le altre APP sono già mie!!

Annunci