I grattacieli di Milano e i nuovi acrobati

images-7

Nella Milano che cambia un grattacielo fa molto parlare di sè: il Bosco Verticale (progettato da Boeri Studio) che  è risultato vincitore dell’International Highrise Award 2014, competizione internazionale a cadenza biennale per l’assegnazione del premio di grattacielo più bello del mondo.

Ma è di questi giorni la notizia arriva anche in Italia il cortometraggio dedicato ai ‘Giardinieri Volanti’ del Bosco Verticale: tecnicamente i ‘giardinieri volanti’ sono dei Tree Climbers, ovvero degli esperti arboricoltori che, in moti casi, hanno unito una profonda conoscenza della vegetazione e una passione per l’alpinismo o la speleologia. I ‘giardinieri volanti’ si calano dall’alto delle torri del Bosco ogni tre mesi con corde lunghe circa 300 metri, e piano dopo piano potano, spuntano, raccorciano, monitorano e curano le chiome degli alberi sui balconi del grattacielo.

La loro storia diventata il soggetto di un cortometraggio dal titolo ‘The Flying Gardeners’. Un film nato da un’idea di Stefano Boeri, realizzato da Blink Fish con il supporto di Chicago Architecture Biennial.

Advertisements