Quando Facebook sforna teen idol

Sabato pomeriggio, ore 16.30. Nel centro di una ridente provincia lombarda gli echi di orde di ragazzine adolescenti rimbombavano fuori da un negozio di dischi propagandosi fino a Bangkok passando per Roma, Londra e Hong Kong. “Chi ci sarà” mi sono domandata “Fedez? I The Kolors? Ed Sheeran?”, subito controllo la pagina Facebook di questo negozio certa che il tam tam provenisse da lì e infatti la conferma: ospiti gli idoli delle teenagers BENJI&FEDE! Un grandissimo, gigantesco, titanico CHI?!?!?! mi si è stampato sulla fronte ma non osavo informarmi con quelle ragazze, mi facevano paura. Quando, però, ho visto che ieri mattina sono stati ospiti di Linus a Deejay Chiama Italia dovevo colmare la mia sete di sapere e, oltre a essermi guardata l’intervista, ho raccolto informazioni in rete.

Benji e Fede non arrivano da un talent show come la maggior parte degli artisti italiani più recenti (vedi Marco Mengoni, Noemi, Emma, Lorenzo Fragola ecc…), non sono neanche i protagonisti di una qualsiasi serie tv di Disney Channel…Benji & Fede vengono dal media più potente della digital era: Facebook. Lì si sono formati e lì hanno iniziato a crearsi una base fan tramite la condivisione dei loro video e il passaparola di amici finchè non sono stati notati da un produttore della casa discografica Warner. E pensare che Sanremo Giovani li aveva scartati, oggi il duo se ne fa un baffo con i loro 288.614 follower su Facebook, gli oltre 3 milioni di visualizzazioni su YouTube e il primo disco entrato subito al primo posto della classifica di iTunes.

Ho ascoltato le canzoni di Benji & Fede e da quel poco che ho sentito posso dire che non sono il mio genere (ma mai dire mai visto che l’altra mattina ho acquistato un singolo di Justin Bieber assicurandomi che nessuno mi vedesse), ma la loro storia mi ha colpita e affascinata: invece che tentare la strada più facile dei talent, Benji & Fede hanno dimostrato creatività e dimestichezza dei nuovi mezzi creando un vero fenomeno del web. Certo, il look ha contribuito con i ciuffi biondi, i piercing e i tatuaggi che tanto piacciono alle adolescenti. Si perchè merito va anche alle ragazzine dagli 11 ai 16 anni che sabato pomeriggio si sono strappate le corde vocali per loro, un giorno conquisteranno il mondo me lo sento.

Sicuramente molti di quelli che mi stanno leggendo avranno la stessa scritta al neon che mi è apparsa in fronte sabato….per questo vi allieto con i loro video.

Buon ascolto!

Eidos tweet: a questo punto fate un talent show su Facebook!

Annunci