Black Friday negli Usa nasce il boycott: #OptOutside

imgres-2

Una tradizione commerciale che noi non abbiamo [ancora] importato: negli Usa l’ultimo venerdì di novembre è il Black Friday.

Ed è proprio il giorno in cui le grandi catene commerciali offrono forti sconti tanto che la gente trascorre addirittura la notte fuori dai negozi per poter avere accesso per prima alle promozioni.

images-2

L’evento è diventato un valido indicatore sulla predisposizione agli acquisti e sulla capacità di spesa dei consumatori statunitensi, osservato e atteso dagli analisti finanziari. Nel 2013 negli Stati Uniti sono stati spesi 57,4 miliardi di dollari in un solo giorno di shopping da più di 80 milioni di persone: numericamente parlando, è come se l’intera popolazione della Germania andasse a fare shopping nello stesso giorno.

images-3

E’ di pochi giorni fa la notizia che REI – una delle marche di fitness outdoor più note negli Usa – ha annunciato che sarà chiusa per il Black Friday di quest’anno, invitando i clienti a #OptOutside invece che fare shopping!

Un segnale non banale per una catena che vedrà inevitabilmente crollare il fatturato, in una mossa senza precedenti per la stagione dello shopping natalizio moderna, i 143 negozi di REI saranno chiusi il giorno dopo il Ringraziamento.

Invece di segnalare sconti e invitare allo shopping una campagna per incoraggiare le persone a rinunciare allo shopping e invitarli a trascorrere del tempo all’aria aperta.

Ha costruito un sito web OptOutside dedicato alle risorse su sentieri escursionistici locali.

Con l’hashtag #OptOutside REI chiederà alle persone di condividere quello che stanno facendo il Black Friday sui social media.

Un rischio che si è preso il Presidente e CEO di REI e, che ammette di essere stato preoccupato di chiudere in un primo momento. “Qualcuno deve essere il primo a piantare la bandiera nella sabbia e dire basta”, dice. “Questo è ciò #OptOutside è per noi, sta dichiarando che riteniamo che questo ritmo sfrenato alla corsa allo shopping non ha più senso, non è salutare. E una vita all’aria aperta è una vita sana”.

clicca qui per vedere il video di UsaToday

Stritzke riconosce che l’azienda sta prendendo un rischio, chiudendo, ma lui è più interessato al messaggio che la società invia ai consumatori.

Per Brian Harrower, store manager presso il REI a Bloomington, Minn, quest’anno è la prima volta in 25 anni di carriera nella vendita al dettaglio che avrà Venerdì nero off. Ha già in programma di organizzare un torneo di hockey su ghiaccio!

REI spera di convincere i consumatori a iniziare una nuova tradizione Venerdì nero, non comprare nulla.

Eidos Tweet: investire per invertire una logica di consumo che porta profitti può portare a un serio problema di fatturato ma una crescita nella Brand loyalty impareggiabile.

Annunci