Da petaloso agli emoticon di Facebook :l’instant marketing.

12745469_1714810748760238_8372525814152099329_n

Fine febbraio: a Milano c’è la settimana della moda, sul web impazza la settimana del nuovo lessico e l’instant marketing impazzisce.

Mi sembra doveroso non chiudere un occhio su quello che è successo in seguito alla pubblicazione di una lettera dell’accademia della Crusca che ha certificato il possibile utilizzo di un nuovo termine nel lessico italiano: petaloso (pieno di petali – con tanti petali) coniato da Matteo un bambino di scuola elementare vicino a Ferrara.

Instant marketing di se stesso: l’ha usato ieri il buon Renzi alla cena della Camera della Moda con l’establishment del settore a Milano.

Renzi petaloso –

Instant marketing sfruttato dai responsabili digital delle pagine delle maggiori aziende attive dei social network

 

Diciamo che il termine si presta ma in questo caso il successo di grafiche che hanno accarezzato il sogno dello sharing virale non hanno funzionato come sperato per l’overkilling sul tema.

Le mie conclusioni: approfittare della cronaca è stimolante e a volte doveroso ma fare ironia per scatenare la condivisione è più facile su temi impegnativi: il petaloso è troppo soft e buonista!

 

EidosTeweet: non solo la digital revolution evolve il linguaggio, ma sa approfittarne.

 

Annunci