Tra i colori di Cuba, arriva la moda

La scorsa estate ho fatto un bellissimo viaggio a Cuba e mi sono innamorata della sua gente.
A ripensarci mi vengono in mente sorrisi, ritmo e colore. Sempre. Si respira energia buona a Cuba.
Ho chiesto a diversi cubani cosa pensassero dell’apertura di Cuba al mondo. Rispondevano eccitati ma intimoriti dal cambiamento. Poi dicevano che, comunque, sarebbe stato tutto un gran divertimento!

La scorsa settimana, dalla fine dell’embargo, la prima nave da crociera americana è salpata per Cuba, non succedeva da 50 anni.

Ieri, a L’Avana si è tenuto in strada il primo show della storia di Cuba. Il popolo della moda è approdato sull’isola. Karl Lagerfeld ha portato la collezione Cruise 2017 by Chanel nel cuore della capitale cubana.

L’ispirazione dietro alla collezione è la ricchezza cuclturale di Cuba. Gli abiti e gli accessori infatti riprendono dettagli tipici della cultura cubana, scarpe basse, sabot, berretti ricamati..

Concluso lo show la passerella si è trasformata in una grande danza dove ballerine e musicisti hanno coinvolgono gli ospiti a danzare e festeggiare con loro. Del resto, non sarebbe stato un finale degno dell’isola.

Ora, non per essere critica a tutti i costi, ma sulla scelta della location mi trovo in disaccordo. Paseo del Prado è indubbiamente un bellissimo viale de L’Avana, preziosissimo per i suoi palazzi coloniali. E’ stata la prima strada ad essere asfaltata di tutta la città, nonchè la più popolare tra la borghesia cubana di un tempo che sfoggiava abiti europei. A mio modesto parere, però, decisamente lontana dall’anima pulsante della città, la vera Habana.

081815490-2076c707-0e1f-4517-be2b-e44baf65f487

Eidos Tweet: Insomma Lagerfeld, non volevi allontanarti troppo dall'”aria di casa”?

 

Advertisements