Grigliate off limits per i nostri cani: il vademecum della veterinaria “guru”

Diamo per scontato che chi legge il nostro blog non è una persona che abbandonerebbe un animale domestico in autostrada (come da immagine simbolo di una delle più tristi conseguenze della calura estiva). O che se ne libererebbe dopo un tentativo di convivenza di pochi mesi (vi concediamo l’affido a una famiglia, certo non la consegna a un canile…). Detto ciò, abbraccio tutti i possessori di animali che stanno leggendo questo mio contributo! E li invito ad andare avanti per valutare dei consigli tutt’altro che banali elargiti da una esperta veterinaria operativa a Smyrna, nello stato americano della Georgia.

Questo perchè d’estate le cautele per i nostri domestic pets non sono mai troppe…

dog summerIl focus di Kristina Knox è in particolare dedicato alla salute dei cani: il suo articolato “decalogo” (o vademecum se si preferisce) ha riscosso talmente successo da meritarsi la pubblicazione per intero sul sito della Cnn!

Per la Knox l’estate porta con sé qualche piccolo rischio per i nostri “amici pelosi” da combattere con poche semplici accortezze, che investono situazioni abbastanza “straordinarie”.

Ecco una significativa selezione dei principali punti del vademecum:

Attenzione all’asfalto; secondo Knox bisogna fare attenzione all’asfalto arroventato, specialmente in zone non riparate da edifici o alberi, cercando di non farci camminare gli animali, che potrebbero scottarsi le zampe e non farlo percepire;

Rischio disidratazione; mai lasciarli in un auto calda e tenere presente che il rischio di disidratazione è in agguato. Per verificare che non ci siano problemi bisogna sollevare il labbro e toccare le gengive: se sono umide l’animale sta bene, altrimenti meglio ricorrere al veterinario. Un altro modo è tirare su la pelle tra le scapole: se ricade lentamente può essere un segno di disidratazione;

Bagno in piscina; per quanto riguarda i bagni in piscina, bisogna tenere presente che i cani di taglia piccola sono più a rischio di ipotermia e che in generale l’acqua può contenere sostanze chimiche nocive per il tratto gastro-intestinale, quindi l’animale non deve berla;

Grigliate; vanno inoltre evitati gli assaggi dalle grigliate, non cedendo ai musini “imploranti”, neppure dando loro le ossa che sono in mezzo alla carne, che potrebbero frantumarsi e perforare l’intestino;

Insetti e fuochi d’artificio; attenzione a pulci, zecche e insetti e mai trascurare un eventuale stato di forte agitazione per temporali o fuochi di artificio, tenendo l’animale in un luogo ‘sicuro’ per lui come il cesto o la cuccia e ricorrendo, solo se necessario, a consigli e cure del veterinario.

 

dog-pool-banner

Eidostweet: mai troppe le cautele d’estate per i nostri affezionati amici pelosi! Le insidie svelate da una autorevole veterinaria americana

Annunci