Dal Vietnam ad Aleppo: le immagini che ci sconvolgono

Bambini portati via dal terremoto che il 24 agosto ha devastato varie zone del Centro Italia… Bambini portati via dai recenti bombardamenti su Aleppo (il fronte bellico più caldo e delicato del momento)… Un’altra estate all’insegna della “Morte al lavoro” (inglobando anche fatti di cronaca più di routine). Un’altra estate dove è risultato difficile se non impossibile rimanere indifferenti di fronte a tanto dolore, a maggior ragione con il coinvolgimento dei bambini negli accadimenti. Anche se in prevalenza eravamo alle prese con viaggi e altre forme di “stacchi” e relax.

Tra le mille immagini simbolo di questa orrenda estate scelgo quella del piccolo Omran Daqneesh, il bambino di 5 anni ferito nei bombardamenti su Aleppo.

Omran-Daqneesh-and-sister-1024x710

Immagine ripresa sulle prime pagine dei giornali e dei siti di tutto il mondo suscitando una profonda emozione: tirato fuori dalle macerie da uno dei palazzi colpiti dalle bombe, il bambino non piange; si guarda attorno stupito, lo sguardo carico di spavento. Come si vede anche nel video distribuito ai media, Omran prima si mette una mano sul viso ricoperto di sangue e poi accarezza il sedile dell’ambulanza che lo soccorre insieme alla sorellina sopravvissuta… Se qualcosa a riguardo vi è sfuggito, cliccando qui verrete ragguagliati (anche sulla controversa “genesi” della foto e del video).

Per un bizzarro scherzo del destino, giusto pochi giorni fa è arrivata la notizia del ritiro dall’attività di Nick Út, il fotografo che vinse il premio Pulitzer per l’immagine della bambina nuda che fugge dalle bombe al napalm americane, diventata simbolo della guerra in Vietnam.

Nick-Ut-Children-Fleeing-an-Aerican-Napalm-Strike-1972

Qualche anno fa l’autore dello storico “clic” l’ha rivista: oggi Kim Phuc vive in Canada, si è sposata, diventando mamma, ed è ambasciatrice Onu.

Forse non è troppo sperare per Omran in un futuro di meritata rivalsa sulla vita, come accaduto alla bambina immortalata da Nick Út.

Eidostweet: ieri Kim in Vietnam, oggi Omran in Siria. Le immagini che più ci fanno male

Advertisements