Mentana vs i giovani: non servono veramente più le manifestazioni?

 

Eidostweet: siamo diventati troppo aggressivi sui social e invece troppo “molli” nella vita reale per le cose che contano? Forse si..In un suo intervento durante l’ultima edizione dell’International Journalism Festival di Perugia, il direttore del TG di La7, Enrico Mentana, parlando del mercato del lavoro con i giovani presenti, ha puntato l’attenzione su una proposta da lui fatta durante le edizioni precedenti del festival: un fondo solidarietà per i giovani che le varie corporazioni potrebbero mettere a disposizione obbligatoriamente per dare loro una mano.

Una proposta interessante che però, stando alle parole dello stesso Mentana, ha colto poco l’interesse sia delle generazioni più vecchie, poco disposte verso questa solidarietà generazionale, che  dei giovani beneficiari, poco disposti a sostenerla combattendo, adagiati in uno stato di “supina rassegnazione”.

E da qui parte un’accesa discussione con una ragazza presente, sull’atteggiamento passivo e la poca combattività delle nuove generazioni per le questioni importanti, come quella del lavoro.

“E’ grazie alle manifestazioni di piazza che si sono difesi posti di lavoro e diritti nella Storia, oggi i giovani non manifestano più” sostiene animatamente Mentana di fronte alla sua giovane interlocutrice, palesemente rassegnata, che dal canto suo addita il sistema Italia come un sistema totalmente sbagliato nei confronti del quale l’unica via possibile sembra essere la fuga.

Voi che ne pensate? Sono i giovani troppo blandi oppure non servono davvero più le manifestazioni?

 

Eidostweet: siamo diventati troppo aggressivi sui social e invece troppo “molli” nella vita reale per le cose che contano? Forse si..

Annunci