Snapchat: un fenomeno da teenager che sembra non fermarsi più

snapchatChe Snapchat sia ormai un fenomeno dilagante non è più una novità. Sono 150 milioni gli utenti a livello globale utenti attivi su Snapchat di cui oltre 700.000 in Italia.

Un pubblico fatto prevalentemente da giovani e ai giovanissimi (circa il 42.6% degli utenti italiani ha meno di 18 anni e complessivamente oltre 72% non supera i 24), un target interessante anche ai fini pubblicitari, al punto che sempre più  le aziende  brand decidono di essere presenti su questo social network.

Snapchat inoltre, rispetto ad altri social di condivisione come Facebook e Instagram, sembra essere quello che cresce maggiormente.

Come riporta Ninjamarketing, secondo infatti una recente indagine realizzata da Piper Jaffray (azienda statunitense) condotta  su un pubblico prettamente americano, emerge che l’80% dei teenagers utilizza Snapchat almeno una volta al mese, rispetto al 74% dell’inverno 2015, e che il 79% che dichiara di utilizzare Instagram una volta al mese, valore incrementato di qualche punto rispetto al 76% dello scorso inverno 2015 .

Evidenze che dimostrano come la crescita dell’app di photo sharing di proprietà di Facebook sia stata più lenta rispetto a Snapchat.

Ma l’impatto più importante, sempre come riporta Ninjamarketing, è proprio quello che il social degli snap sta avendo su Facebook e sulla sua disaffezione all’uso da parte degli utenti più giovani.
Infatti, sempre secondo lo studio di Piper Jaffray (che contiene più di 10.000 risposte) si evidenzia come l’utilizzo di Snapchat influisca negativamente proprio su Facebook: il 52% dichiara infatti di utilizzare Facebook una volta al mese, rispetto al 56% dell’inverno dello scorso anno.

Quali saranno ora le contromosse di Facebook per porre rimedio a questa “emorragia” ? Staremo a vedere!

Eidostweet: il pubblico dei più giovani è sempre più decisivo per le aziende. Snapchat ne è uno degli esempi più lampanti

 

Advertisements