GENERAZIONE Z: RIFLESSIONI DI UNA MILLENNIAL

Blogmeter – società di social media analysis – ha presentato la seconda edizione della ricerca “Italiani e Social Media” con l’obiettivo di capire come gli italiani utilizzano i social tutti i giorni.

C’è un dato che mi ha colpita molto: la Generazione Z ( tutti coloro nati tra il 1997 e il 2010) considera il digitale la forma di relazione sociale e non una delle sue tante .

È un’espressione dolce-amara che fa riflettere: se da un lato, infatti, vuol dire che i tempi stanno accelerando drasticamente, dall’altro vuol dire che le relazioni off-line e i loro confini si stanno sempre più affievolendo.

Quello che mi lascia perplessa è come si sia arrivati ad un pensiero così radicale.

Da Millennial, ho visto gradualmente i social network ritagliarsi uno spazio sempre maggiore ed evolversi. Messenger, Myspace, Splinder… finchè un giorno compare timidamente Facebook che garantiva di “ aiutarti a connetterti e rimanere in contatto con le persone della tua vita” , come se già non stessi vivendo nella realtà quella promessa.

Percepivo i social come una curiosa novità, quel pizzico di pepe che dà al piatto qualcosa in più.

Oggi, invece, forse perché nasce un social network più o meno ogni giorno, le nuove generazioni hanno perso totalmente quel senso di “novità assoluta”, lasciandosi totalmente assorbire dalla realtà digitale.

Il 95% degli intervistati tra i 15 e i 24 anni di età, isolati dal campione rappresentativo di 1500 persone comprese nella fascia di età 15-64 anni, utilizza WhatsApp tutti i giorni e il 75% lo fa anche con Instagram.

I social hanno dimostrato- e penso ne daranno prova sempre maggiore- di essere in grado di ri-definire comportamenti e stili di vita in modo radicale. Certo, è innegabile che la rivoluzione digitale abbia reso possibili cose che fino a dieci anni fa erano impensabili e semplificato la nostra vita, ma non dovrebbe annullarne il cuore pulsante.

Mettere un like alla foto di una ricca colazione non avrà lo stesso peso di condividerla offline con una persona cara così come un tramonto su Instagram non sarà mai più bello di uno vissuto dal vivo.

 

Eidostweet: Il digitale è una forma di relazione sociale, non la sua essenza

Annunci