#BODYSHAMING IS FOR LOSERS : CHI È IL VERO SFIGATO ?

“ Chiara Ferragni , i capelli rosa e le amiche sosia ( rotonde e felici)”, un titolo di così cattivo gusto e deontologicamente scorretto che ai tempi d’oro del giornalismo italiano probabilmente ti sarebbe costato una sospensione dalla professione.

A chiare lettere, lo abbiamo visto campeggiare sul Corriere della Sera e rimbalzare di qua e di là sui social di tutto il mondo ripreso da utenti infuriati e dalla stessa biondissima influencer che ha risposto per le rime, ma con classe, al quotidiano di Via Solferino “ Messaggio sbagliatissimo”.

Cerchiamo di ricostruire i momenti di questo triste capitolo del giornalismo italiano.

In questi giorni l’influencer meneghina si trova a Ibiza con i suoi migliori amici per un bachelorette in puro stile “The Blonde Salad”. Un addio al nubilato che non sarebbe mai potuto passare inosservato ma che sicuramente la stessa Chiara non avrebbe mai immaginato fare così tanto clamore.

Il Corriere ha preso alcune foto della blogger e delle sue amiche e partendo da qui ha parlato della loro vacanza. Peccato, però, che l’articolo sia stato meschino e poco professionale.

Già nel titolo la giornalista- non una novellina, ma una veterana- alludeva alla “rotondità” delle amiche della Ferragni. Al centro dell’attenzione del quotidiano una foto in cui Chiara viene ritratta in mezzo alle sue amiche più strette.

“Indossano un costumino rosso sgambatissimo che sembra rubato alla bagnina Pamela Anderson, se non fosse che quello era il 1989 e che oggi sul petto c’è l’hasthag #chiaratakeibiza “

Le parole spese dall’autrice dell’articolo per Ferragni&Co. arrivano dopo un titolo altrettanto discusso: “Chiara Ferragni e le sue amiche sosia, ‘rotonde’ e felici”.

Il tutto sembra uscito dal peggio di Novella e non da uno dei quotidiani nazionali più importanti. La storia non finisce qui.

Dopo la risposta scioccata e disgustata della Ferragni, il Corriere decide di correre ai ripari modificando qualche frase e il titolo, ma lasciando i contenuti invariati.

“Da rotonde ad atletiche nel giro di un’ora” commenta Chiara.

postblog1

La fashion blogger, in una serie di stories su Instagram punta il dito contro il giornale: “Trovo veramente assurdo che giornalisti possano scrivere cose del genere. In un mondo in cui ci battiamo per far sentire bene le ragazze e dar loro sicurezza additare difetti fisici (miei o delle mie amiche) è veramente un messaggio sbagliatissimo”.

“Diverso è bello. Imperfetto è bello. Felice è bello. Sicuro di sé è bello. Non lasciare che gli altri ti buttino giù o ti dicano chi sei”, ha aggiunto la fashion blogger, che ha messo un punto alla brutta parentesi di giornalismo con l’hashtag  #BodyShamingIsForLosers.

Chi giudica per la forma fisica è un perdente.storia.jpg

Ora, ricordare che la società in cui viviamo non si tira indietro quando si tratta di imporre canoni di bellezza non realistici—soprattutto per le donne—e di giudicare chi non si attiene a questi dovrebbe essere abbastanza superfluo ma, a quanto pare, il tutto non è chiarissimo nemmeno per chi fa informazione. È avvilente che nemmeno tra le pagine di giornali autorevoli si riesca ad abbandonare l’idea di donna oggetto ed è molto triste che nonostante tutti gli anni di lotta per l’emancipazione ci si ritrovi ancora, nel 2018, a dover difendere il diritto a essere rotonde, quadrate, con le lentiggini…

Diverse, autentiche, reali e bellissime ( sempre e comunque).

EidosTweet: “Sono orgogliosa del mio corpo e dovreste esserlo anche voi del vostro. Siate semplicemente voi stessi. Questa è roba da campioni” Lady Gaga

 

Annunci