“ BURN THAT AD” : LA NUOVA CAMPAGNA DI BURGER KING CHE SFRUTTA L’INTELLIGENZA ARTIFICIALE

Burger King, la storica catena di fast food americana, non è nuova a campagne irriverenti nei confronti dei suoi competitors, McDonald’s in primis, ma questa volta ha davvero superato sé stessa. Merito (anche) della realtà aumentata.

“ Burn that AD ” è una campagna, lanciata al momento solo in Brasile, per promuovere il nuovo servizio BK Express tramite cui effettuare ordini dall’app e saltare la fila alle casse.

Per l’occasione l’app è stata implementata : è sufficiente che l’utente inquadri un cartellone pubblicitario di un competitor per vederlo letteralmente andare a fuoco e ricevere, svanite le fiamme, un buono per un Whopper- il panino simbolo di Burger King – da ritirare nel più vicino fast food.

Schermata 2019-03-28 alle 11.06.20.png

Questa campagna è interessante non solo perché è un esempio intelligente dell’utilizzo della realtà aumentata in ambito pubblicitario, ma anche perché è la dimostrazione di come la competitività del mercato sia uno dei fattori determinanti per l’innovazione.

A volte la competizione tra aziende dello stesso settore si rivela spietata ( anche troppo) ma è il punto di partenza per crescere e spingersi verso orizzonti nuovi. E non può che essere positiva.

Fare delle idee un asset , cogliere le sollecitazioni esterne, accettare di cambiare e mettersi in gioco sono tutti elementi che contribuiscono alla crescita non solo economica, ma anche e soprattutto sociale.

Innovazione che, oggi più che mai, deve essere supportata .

EidosTweet: La forza (bruciante) di un’idea