TikTok, il social della Generazione Z: come funziona e perché è importante conoscerlo

TikTok, la piattaforma social nata in Cina e che attualmente sta conquistando anche il mondo occidentale, è universalmente nota per essere il social della Generazione Z, ovvero delle persone  nate tra il 1997 e il 2010. È l’App principale per la creazione e la diffusione di video brevi. L’obiettivo dei creatori del social è dare agli utenti la possibilità agli utenti di creare video interattivi e lasciar libera la propria fantasia.

Quando nasce TikTok

L’App è stata lanciata nel 2016 e nel giro di pochissimi anni la sua community è cresciuta fino a superare 500 milioni di persone, con un aumento annuo del 275%. Il 41% dei suoi utilizzatori ha un’età compresa tra i 16 e i 24 anni, dato che fa del social il più diffuso tra i giovani e giovanissimi. Una vera svolta per la piattaforma è stata l’acquisizione di Musical.ly per 800 milioni di dollari nel 2017. Bytedance, la società madre di TikTok aveva lanciato Douyin, il precursore cinese del social dei video. Dopo l’acquisizione di Musical.ly le due piattaforme si sono fuse e hanno lanciato TikTok, anche se in Cina il social è rimasto fedele al suo nome originale.

Come Funziona

L’App permette di creare video verticali in loop di una durata compresa tra i 15 e i 60 secondi. I creator hanno a disposizione un’ampia gamma di tool per il video editing e un’enorme libreria musicale su cui contare per scegliere la colonna sonora del proprio momento social. In fase di montaggio video gli utenti hanno a disposizione moltissimi filtri, emoji ed effetti visivi con i quali dare libero sfogo alla creatività. Come per Twitter ed Instagram gli account ufficiali sono segnalati con una spunta blu, mentre – e questa è una novità di TikTok  – quelli popolari hanno una spunta arancione. Dunque un modo trasparente e immediato per individuare gli influencer che in parte semplifica la ricerca dei brand. Gli utenti possono seguire gli account che preferiscono e manifestare il loro sostegno con cuori, commenti o condivisioni. Ciascun utente possiede poi una sezione “Preferiti” in cui poter aggiungere video, hashtag, effetti e suoni. 

Perché è utile integrarlo in una strategia di social marketing?

TikTok è imprescindibile alla strategia di tutti i brand che abbiano gli adolescenti come target principale, ma non solo. Infatti questo target è noto nel marketing per essere quello più adatto a cui proporre nuovi brand, anche pensati per un pubblico più adulto, da sperimentare. Gli appartenenti alla Generazione Z sono dei talent scout bravissimi e di solito sono i primi a lanciare prodotti che poi si diffondono su larga scala. Le potenzialità di TikTok sono tali che Instagram ha già iniziato a implementare tra i suoi tool di video editing alcune Clips molto molto simili a quelle del concorrente. L’obiettivo è quello di implementare le proprie funzioni in modo da dirottare gli utenti sulla propria App. Con Snapchat sappiamo come è andata a finire, per TikTok non ci resta che aspettare pazientemente.