#masculinityear Men are changing: un anno in compagnia degli uomini che hanno segnato il cambiamento del concetto di mascolinità

Siamo abituati a vederli come supereroi.

Il sesso forte. 

Gli uomini non piangono e non chiedono mai. 

Eppure, qualcosa sta cambiando.

La Men Box è finalmente stata aperta, rivelando i segreti del mondo maschile: gli uomini hanno deciso di abbandonare la maschera di stereotipi che li ha accompagnati fino ad oggi per mettersi a nudo.

Il concetto – l’immagine comune – di maschio viene oggi vista come un qualcosa di tossico. Una trappola che li ha costretti a lungo a fare i duri, attenendosi ad un ruolo di genere con conseguenze devastanti: aggressività, violenza, bullismo, ma anche depressione e suicidio

Tante sono state le azioni alla guida del cambiamento di questo concetto mascolinità, trainandolo verso la #maskulinity  e il suo impatto nel marketing e nella comunicazione. L’obiettivo è concentrarsi sulle uguaglianze di genere, adottando un approccio – da parte dei brand che si rivolgono al mercato maschile – che faccia leva su un concetto di maschio che possa davvero coinvolgere ogni tipo di uomo.

Su questa scia, in Italia è nato Maskulinity, l’osservatorio sulla rappresentazione dei maschi nella comunicazione che si rivolge a tutti i brand che vogliono capire e relazionarsi con il cambiamento di paradigma. Un progetto di dieci ragazzi e tre ragazze del College Brand New della Scuola Holden, oggi portato avanti da Limoon, digital agency con sede a Milano e Torino. 

Anche noi abbiamo deciso di far parte di questo cambiamento e proprio insieme a Limoon abbiamo scelto di celebrare il nuovo anno  all’insegna della #maskulinity dedicando a questa il nostro iconico calendario.  Abbiamo raccolto undici esempi positivi di mascolinità contemporanea e aggiunto la figura – senza tempo – di David Bowie, con il quale abbiamo deciso di aprire questo 2020.