Strategie di Social Media Marketing per ripartire nella Fase 3

Ormai è chiaro: il mondo è cambiato e noi con esso. 

Cambiamento è la parola chiave anche per tutte le realtà che adesso si trovano a dover rivedere le proprie strategie di Marketing e Comunicazione. 

Le prime novità le abbiamo riscontrate nell’ambito dei Social Media. 

Durante il lockdown, le piattaforme social sono diventate dei luoghi virtuali di aggregazione. 

In quest’ottica, il Social Media Marketing va considerato uno strumento per le aziende che hanno visto in questo periodo un’opportunità di crescita, parlando ai propri utenti in maniera semplice e diretta. 

Le aziende si stanno quindi adattando e creando nuovi contenuti, oltre a porre maggiore attenzione alla propria community. Molti brand hanno rafforzato il servizio di customer care per gestire al meglio e in modo rapido le richieste dei clienti. 

STRATEGIA DI CONTENUTI

Il primo step da affrontare in questa fase è avere una chiara content strategy: in questi mesi, dato il freno agli investimenti performance – abbiamo assistito al ritorno dei contenuti organici, reale valore aggiunto per gli utenti. 

Il secondo passo è quello di andare ad individuare i touchpoint dove intercettare il target di riferimento. Instagram e Tik Tok sono stati protagonisti indiscussi dei mesi di quarantena ed hanno visto crescere il tempo medio trascorso sulle rispettive piattaforme. Secondo un recente rapporto della KalaGato, società di intelligence dei dati, il tempo medio trascorso su Instagram è aumentato del 62%, mentre TikTok ha registrato un aumento del 44%.

CONTENUTI LIVE

Tutti ci siamo accorti che in questi mesi hanno proliferato i contenuti live. Dirette e co-dirette ci tengono quotidianamente compagnia. 

Si tratta di strumenti dalle alte potenzialità che aiutano i follower a sentirsi maggiormente coinvolti nella vita dei brand e influencer seguiti. 

Questi contenuti devono entrare a far parte di una regolare social media strategy al fine di aumentare la propria brand awareness

EMPATIA

Il lockdown ha avuto delle ripercussioni anche sul nostro stato d’animo che varia tra ansia, preoccupazione, incertezza, speranza di una nuova normalità. Capire e ascoltare le propria community – l’umore, le esigenze – aiuterà ad in individuare il tone of voice giusto per i contenuti da usare. 

E’ arrivato il momento di essere sensibili ed empatici

Grandi marchi hanno temporaneamente modificato i propri loghi per comunicare il distanziamento sociale ai consumatori. Si tratta di una strategia di comunicazione di grande impatto. 

E’ il caso di Coca Cola o McDonald’s, il cui fine è quello non solo di informare, ma specialmente di “prendersi cura” dell’utente.

Il new normal riguarda non solo la “vita di tutti i giorni”, la vita privata e i rapporti con l’esterno, ma anche le strategie di comunicazione con cui brand e piccole realtà devono affacciarsi al nuovo mondo.

Sono e saranno tante sfide che ci attendono nei prossimi mesi, diverse a seconda dei settori, e per far loro fronte bisogna pianificare le proprie strategie.

In questo modo le sfide diventano delle buone opportunità da cogliere.